Geomeccanica e modellazione fronti in roccia, Sacco (Sa)

COMMITTENTE: Arcadis, Agenzia Regionale Campana Difesa Suolo

ANNO: 2013

INCARICO: Rilievi laser scanner/fotogrammetrici, rilievi topografici, ispezioni e rilievi geomeccanici e geostrutturali dei costoni rocciosi. Realizzazione di carte di base e carte tematiche a scala di dettaglio, simulazione tridimensionale di caduta massi e proposte progettuali degli interventi di difesa dal rischio crolli

PROGETTO: Interventi di mitigazione del rischio crolli lungo la SP342 nel territorio comunale di Sacco (SA)


Nell'area di rilievo pari a circa 170.000 metri quadri, sono stati eseguiti rilievi laser-scannig e fotogrammetrici, rilievi topografici mediante total-station e georeferenziazione mediante tecniche gps-gnss. Ciò ha consentito di ottenere una nuvola di punti in coordinate assolute con un average point spacing di 5 mm. Grazie alla bontà di tale rilievo è stato possibile realizzare cartografie di base, sia in proiezione planimetrica che prospettica, in scala di dettaglio.

Una squadra di quattro geologi-rocciatori, con l\'ausilio di due tecnici geologi a terra, ha provvedduto ad eseguire lungo i costoni rocciosi i rilievi di tipo geomeccanico e geostrutturale e, contestualmente, l\'ispezione dei fronti segnalando tutte le criticità in essere agli operatori a terra, realizzando un vero e proprio censimento dei massi instabili.

I dati spaziali e geologici acquisiti sono stati integrati in un database GIS ed utilizzati per la redazione di cartografie tematiche e derivate ed in particolare: carte geologiche, geomorfologiche; carta della giacitura dei fronti, dell\'acclività e del DEM, carta di sintesi delle ispezioni in parete con ubicazione dei massi individuati (con a corredo un report dettagliato indicante tutte le caratteristiche del singolo masso), carta geostrutturale e delle classificazioni geomeccaniche (RMR di base ed SMR), con a corredo un report specifico delle classificazioni per ogni stazione geomeccanicca comprendente lo studio dei set e l\'elaborazione di tutti i parametri geomeccanici.

Lo studio di caduta massi tridimensione ha di ottenere l\'insieme dei dati dinamici comprendenti traiettorie, altezze medie di volo ed energia massima attesa presentati in specifiche cartografie tematiche.

L\'insieme di tutte le elaborazioni condotte hanno inoltre consentito la redazione di una carta della suscettibilità all\'innesco di frane da crollo e la redazione di una carta delle tipologie di intervento di sistemzione suggerite.