Topografia e livellazione per linea ferroviaria RFI

COMMITTENTE: Armafer Srl

ANNO: 2012

INCARICO: Rilievo topografico celerimetrico e GPS-GNSS con livellazione dei capisaldi di riferimento del tratto compreso tra il km 0+000 e 12+000

PROGETTO: Lavori di rinnovamento binario con risanamento massicciata mediante asportazione totale della tratta Vairano - Venafro della linea Vairano-Isernia per riclassificazione linea in D4


La STAGE SRL  è stata incaricata dalla società ARMAFER SRL di realizzare il rilievo topografico della sede ferroviaria lungo la tratta di collegamento tra i comuni di Vairano Paternora (CE) e Sesto Campano (IS), ovvero per la tratta compresa tra il km 0+000 e 12+000 della tratta Vairano-Venafro.

Il rilievo ha riguardato le morfologie ed i manufatti afferenti la sede ferroviaria, di interesse per la realizzazione del progetto di adeguamento ferroviario. Tale rilievo eseguito in coordinate cartesiane locali, è tuttavia inserito nell'ambito di una rete geodetica precedentemente realizzata dalla Stage Srl e costituita da 12 vertici dei 19 capisaldi materializzati, rilevati mediante
GPS in modalità statica.

Durante i rilievi topografici sono stati installazione 67 chiodi di riferimento lungo la tratta oggetto di rilievo; chiodi da utilizzare quale riferimento per il posizionamento in quota e pianta delle opere a farsi. Tali chiodi sono stati installati sulla base in calcestruzzo in corrispondenza di ciascun palo. I chiodi utilizzati sono tasselli in acciaio per calcestruzzo mod. fisher FBN2 φ=6mm, con dado cieco sferico in ottone, utilizzato per garantire un'elevata precisione in quota per le successive fasi di livellazione.

Il rilievo celerimetrico è stato condotto mediante stazione totale robotizzata ad altissima precisione, ed ha riguardato gli elementi lungo la sede per i quali la committenza aveva richiesto un elevato grado di precisione in pianta (asse binario,
rilevato in corrispondenza di ogni palo e nei punti intermedi tra i pali, il punto interno centrale dei pali di elettrificazione ed il chiodo di riferimento materializzato sul basamento dei pali di elettrificazione). Durante tale fase sono state rilevate anche tutte le peculiarità presenti in zone caratterizzate da scarsa copertura del segnale GPS.

Il rilievo mediante total station è stato inoltre integrato mediante GPS-GNSS in modalità RTK di tutte le peculiarità presenti lungo la sede ferroviaria fatta esclusione per quelle rilevate nella fase precedente.

L'ultima fase dei rilievi ha previsto l'esecuzione di una livellazione per tutti gli elementi per i quali si richiedeva un elevato grado di precisione anche in quota con tecnica di livellazione geometrica dal mezzo (errore chilometrico medio 0.3mm). Nello specifico gli elementi livellati consistono nei chiodi di riferimento, i capisaldi geodetici posti ad una quota prossima alla quota binario,
e la rotaia bassa in corrispondenza di ciascun palo (in curva è stata livellata la rotaia interna bassa).

Successivamente si è provveduto al calcolo di compensazione delle poligonali determinando le coordinate cartesiane locali dei vertici mediante software topografico, e si è provveduto alla georeferenziazione dei rilievi eseguiti con le diverse tecniche di acquisizione (celerimetrica, GPS-RTK e livellazione), elaborati in unico sistema di riferimento cartesiano locale, utilizzando come base d'appoggio principale la rete geodetica e come base d'appoggio secondaria  la rete di raffittimento topografico compensata.

Il rilievo plano-altimetrico complessivo è stato quindi restituito in ambiente CAD. Gli elementi del disegno sono stati suddivisi in vari layers derivanti direttamente dalla codifica, assegnata a ciascun punto, in fase di rilievo. Tale metodologia ha permesso di generare da un’unica base topografica tutti i grafici tematici.